Officina Bio Natura

Cosa sono i Petrolati? Sai riconoscerli?

Cosa sono i Petrolati?

Sai riconoscere i Petrolati in un prodotto cosmetico? In questo post troverai una guida su come individuarli, chiarezza sui loro effetti negativi ed una motivazione valida per evitarli!

Come premesso in un post, alcuni ingredienti presenti  nella cosmetica convenzionale possono provocare allergie, irritazioni, potrebbero interferire con l’attività ormonale e altri potrebbero rilasciare sostanze cancerogene. 

Prima di acquistare prodotti di bellezza che andranno spalmati sulla pelle, organo delicato e sensibile, è bene avere l’accortezza di :

  • controllare la lista degli ingredienti ovvero l’INCI
  • selezionare prodotti che siano DERMOCOMPATIBILI (compatibili con la nostra pelle) ed ECOCOMPATIBILI (che non abbiano impatto negativo sull’ambiente) 

Sarebbe una sana abitudine acquistare prodotti che NON contenengano principalmente PETROLATI, SILICONI, PARABENI, ma anche PEG, TRICLOSAN, SLS e SLES, EDTA, MEA, TEA, MIPA. 

Ma scendiamo più nel particolare…

Cosa sono i PETROLATI? Quali sono gli effetti negativi che hanno sulla nostra pelle? A cosa servono? Come si identificano?

I PETROLATI :

petrolato, o vaselina o gel di petrolio, è una gelatina ottenuta dal petrolio per raffinazione. Si ottiene dai residui della distillazione del petrolio rimasti dopo la totale evaporazione dell’olio.  

I PETROLATI derivano dal petrolio, ne sono un distillato e nei cosmetici ne viene utilizzato quello raffinato, chiamato petrolio bianco. Si presentano come una pasta cerosa semitrasparente di colore bianco per le miscele più pure (usate in campo cosmetico e farmaceutico). 

Si tratta delle stesse sostanze purtroppo utilizzate anche nella produzione di lubrificanti, smacchiatori,  impregnanti, antiadesivi per guarnizioni e candele.  Anche le industria della plastica e dei detersivi ne fanno uso!

Sono quindi sostanze estranee al nostro organismo e alla nostra pelle, NON SONO DERMOCOMPATIBILI e non sono neanche biodegradabili.

L’Associazione Internazionale di Ecodermatologia, SKINECO, la quale promuove l’utilizzo e la scelta di prodotti cosmetici che “fanno bene alla pelle ed allo stesso tempo non impattano negativamente sull’ambiente” cita:

“La vaselina (paraffina molle) è classificata come cancerogena cat.2, a meno che non ci sia certezza che l’olio di base dalla cui raffinazione e lavorazione è derivata non lo sia perché non contiene alcuna impurità.”

Da come viene citato, i Petrolati sono fortemente sospettati di essere sostanze cancerogene e i dati più allarmanti sono dovuti dal fatto che il processo di fabbricazione non riesce ad eliminare del tutto le sue impurezze, se ne deduce quindi che la materia in questione non è sicura!

Petrolati costano pochissimo a differenza degli oli e dei burri vegetali di gran lunga più idratanti e pregiati e rappresentano un riempitivo economico con il vantaggio di non irrancidire.

I PETROLATI non possiedono alcuna proprietà funzionale e danno solo la “sensazione” di levigatezza, di nutrimento e di idratazione.

La pelle viene “ingannata”:  una crema con PETROLATI forma una barriera completamente innaturale, creando un dannoso EFFETTO DOMOPAK al di sotto della quale la pelle non verrà nutrita né da burri, né da vitamine o da altre sostanze funzionali sebo simili e ne aumenterà la secchezza. 

I PETROLATI ungono, ma non idratano, non sono sebosimili e provocano problematiche dermatologiche

Infatti potrebbero interferire con la normale traspirazione della pelle sino ad avere un’azione occludente e favorire la formazione di comedoni (punti neri, foruncoli) oltre che accelerare il processo di invecchiamento.

I prodotti per bambini contenenti PARAFFINUM LIQUIDUM sono quelli più a rischio: la loro azione di “soffocamento” crea in alcuni neonati dermatiti da petrolati.

Anche i balsami per le labbra svolgeranno la loro funzione idratante solo se ricchi di ingredienti naturali e privi di sostanze di derivazione petrolifera.

I PETROLATI possono essere identificati con le seguenti diciture:

Petrolatum, Paraffina Liquidum, Cera Microcristallina, Vaselina, Parafina, Propylene glycol

Qui puoi trovare cosmetici SENZA PETROLATI

2 pensieri su “Cosa sono i Petrolati? Sai riconoscerli?

  1. Gabry

    Grazie a questo blog sono venuta a conoscenza di aspetti che non avevo mai considerato prima. Come ogni donna, cerco di curare la mia pelle e scoprire che i prodotti che utilizzavo, prima di usare quelli della cosmetica bio-artigianale, erano tutti, ma proprio tutti, a base di petrolio e/o di sostanze dannose per la mia pelle, mi ha lasciata sbigottita! Da quando uso questi prodotti la mia pelle ha una maggiore idratazione e luminosità. La mattina non mi sveglio più con la pelle tirata e secca come accadeva quando utilizzavo i prodotti convenzionali, sembrava che non avessi messo crema prima di andare a letto.
    Ottima la crema anti-smagliature al cioccolato (l’adoro), la crema viso antirughe, il burro cacao e la crema mani vellutate. Ho provato anche la crema defaticante rinfrescante per le gambe stanche e devo ammettere che ha un effetto distensivo per le mie gambe affaticate dalla gravidanza. Utilizzare prodotti di sicura provenienza biologica in questo periodo di gravidanza è per me un sollievo.
    Complimenti per il tuo lavoro e per la possibilità che mi offri di indirizzarmi ad acquistare prodotti sani e dal costo moderato.
    Sono soddisfatta di aver scelto la cosmetica artigianale biologica.
    Grazie ?
    Gabry

    1. OfficinaBioNatura Autore dell'articolo

      Ciao Gabry! E’ stato un grande piacere per me leggere questo tuo commento. Ti raccomando di continuare a selezionare prodotti validi durante la tua dolce attesa e di informarti bene anche su quelli che userai per il tuo bambino! Io sarò sempre disponibile per qualsiasi consiglio!
      Grazie! ;*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: