Officina Bio Natura

Come riconoscere un buon prodotto cosmetico?

come riconoscere un buon prodotto

Sei certa di saper acquistare un cosmetico sicuro, efficace e che soddisfi le tue esigenze? In questo post troverai una guida su come riconoscere un buon prodotto cosmetico, per una scelta consapevole.

Troviamo sugli scaffali di molti negozi una innumerevole varietà di prodotti di numerosi marchi e dalle confezioni accattivanti, come si suol dire… l’imbarazzo della scelta!

Nell’incertezza spesso ci si affida alle grandi industrie, fiduciosi che possano offrirci un cosmetico valido e sicuro, ma questo è un atteggiamento che non possiamo più permetterci, perché come accennavo qui, se l’utilizzo di un ingrediente è consentito dalla legge, non vuol dire per forza che sia anche innocuo per noi e per il nostro pianeta!

Quando acquisti un prodotto, in qualsiasi negozio, è bene controllare la lista degli ingredienti che lo compongono. Per chi non lo sapesse ogni cosmetico per legge porta un’etichetta dietro al prodotto dove sono scritti in modo microscopico,  in altre lingue e con codici indecifrabili, tutti gli ingredienti contenuti.

come riconoscere un buon prodottoPer potere acquistare in modo consapevole bisogna INEVITABILMENTE sapere riconoscere le sostanze che compongono i nostri cosmetici quindi  imparare a leggere la lista degli ingredienti. Ebbene questo elenco per chi non lo sapesse viene chiamato INCI.

Quindi che cos’è l’INCI?

Quotando Wikipedia:

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è la denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti del prodotto cosmetico. Viene usata in tutti gli stati membri dell’UE. Così come in molti altri paesi nel mondo, tra cui ad esempio USA, Russia Brasile Canada e Sudafrica”

Le prime volte che proverai a leggere un INCI, ti sembrerà difficile riuscire a capirci qualcosa, perché questo “sconosciuto”, è ancora ignorato da molte persone soprattutto nel campo della cosmetica. La difficoltà sarà data anche dalla lingua utilizzata nelle diciture! Infatti nell’INCI troverai: diciture in LATINO in INGLESE e CODICI NUMERICI.

Le diciture in LATINO faranno riferimento ai derivati naturali che generalmente porteranno il nome botanico della pianta da cui sono stati estratti. Penserete quindi che tutti gli ingredienti scritti in latino siano buoni…direi proprio di no! Facciamo qualche esempio di sostanze cosmetiche espresse in latino che ho evidenziato in verde per indicarli come ingredienti buoni e in rosso come ingrediente dannosi o da evitare.

NOMI IN LATINO DI DERIVAZIONE NATURALE

  • AQUA=Acqua
  • OLEA EUROPEA FRUIT OIL= Olio di oliva
  • BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER = Burro di Karitè
  • MEL= miele
  • PARAFFINUM LIQUIDUM = olio di vaselina (di derivazione petrolifera)
  • SODIUM HYALURONATE = sale sodico dell’acido ialuronico
  • ARGANIA SPINOSA KERNEL OIL= olio di argan da agricoltura biologica
  • PETROLATUM = vaselina solida (petrolio)

Come puoi notare la PARAFFINA e il PETROLATO sono sostanze che pur essendo scritte in latino derivano dal petrolio!!! (dal termine petroleum, composto di petrae, “della roccia”, e oleum, “olio”, cioè “olio di roccia”)

Le diciture in INGLESE  invece fanno riferimento alle sostanze che sono frutto di sintesi chimica o a sostanze chimiche (chimico non significa che siano per forza sintetici o necessariamente nocive,  ricordiamo che il mondo affascinante della chimica è molto complesso  basti pensare che sostanze, come l’ossigeno o l’acqua sono sostanze chimiche per definizione, ma si può  fare una distinzione  tra sostanze chimiche naturali e sostanze chimiche artificiali). In inglese toverai segnalate anche le vitamine e le 26 sostanze allergizzanti.  Quindi non tutti gli ingredienti scritti in inglese sono nocivi!

Facciamo qualche esempio anche sulle sostanze cosmetiche espresse in inglese.

NOMI IN INGLESE DI DERIVAZIONE CHIMICA

  • ASCORBYL PALMITATE = Vitamina C  (acido ascorbico)
  • DIMETHICONE = Silicone
  • CAFFEINE= caffeina
  • HIDROGENATED CASTOR OIL= olio di ricino idrogenato
  • SODIUM LAURETH SULFATE (tensioattivo aggressivo)
  • TOCOPHEROL =Vitamina E

Qui potrai notare che il TOCOPHEROL e l’ASCORBYL PALMITATE pur essendo  citati in inglese sono due bellissimi antiossidanti, una vitamina E e l’altra vitamina C. La CAFFEINE deriva  dalla pianta del caffè, (Coffea arabica, famiglia Rubiaceae), per estrarla e’ necessario un processo chimico, per cui pur essendo “naturale” viene catalogato fra i nomi di derivazione chimica  perchè appunto subisce un processo indispensabile per l’estrazione.

Il CODICE NUMERICO infine preceduto da CI indica i coloranti(Colour Index), questi possono essere naturali o sintetici, potrete verificare la loro provenienza sul web dove sono disponibili elenchi che ci aiuteranno a capire. Esempio: CI 75000 = Colorante organico naturale

Questa conoscenza ti permette di non fare affidamento su tutto ciò che viene pubblicizzato e di mettere in discussione anche prodotti venduti da una farmacia, da un’erboristeria o un negozio bio che talvolta etichettano naturale un cosmetico solo perchè contiene qualche piantina (ma miscelata con una marea di sostanze sintetiche), diffida sempre e attieniti alla lettura dell’INCI.

Avendo adesso una panoramica generale di ciò che potrebbe essere un INCI, ti chiederai ” Ma come lo si legge?”  “Quali sono gli INGREDIENTI DANNOSI da evitare?” “Come riconoscere un buon prodotto cosmetico?”

Consideriamo che i primi 6 ingredienti citati sono quelli contenuti in quantità maggiore nella formula chimica del prodotto che andremo a spalmare sulla nostra pelle. L’ordine di progressione degli ingredienti è decrescente e al primo posto, nella maggior parte dei cosmetici, troveremo l’acqua. Al di sotto dell’1%, le sostanze possono essere elencate in ordine sparso.
Per iniziare sarà bene cercare prodotti che NON contengano :

PETROLATI ossia i derivati dal petrolio, per i quali è consentito l’utilizzo dalle normative vigenti, ma che non possono essere considerati ECODERMOCOMPATIBILI. I più utilizzati in assoluto sono Petrolatum, Paraffina Liquidum, Cera Microcristallina, Vaselina, Parafina.

SILICONI derivati dalla combinazione di silicio e sostanze petrolifere generalmente, il loro nome termina con –thicone, -one, -ane. Quelli che si possono trovare più frequentemente: Dimethicone, Amodimethicone, Cyclomethicone, Cyclopentasiloxane (soprattutto nel make up) e tutti quelli terminanti con –siloxane o –silanol.               Quindi, se tra i primi 5/6 posti dell’INCI di un prodotto trovate una di queste sostanze, sappiate che quel cosmetico è siliconico/non dermocompatibile, ed è preferibilmente da evitare.

Successivamente, quando avrai cominciato a conoscere  questo linguaggio, farai attenzione che il tuo prodotto NON contenga:

PARABENI con il nome di methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, e benzylparaben, isobutylparaben, isopropylparaben e benzylparaben.

PEG, TRICLOSAN,  tensioattivi aggressivi come SLS e SLES e ingredienti altamente inquinanti come EDTA, MEA, TEA, MIPA.

Forse quanto citato ti sembrerà complicato, ma, se tieni alla tua salute oltre che alla bellezza, e alla salute della tua famiglia, armati di pazienza e passo dopo passo avrai le idee sempre più chiare e la consapevolezza ti sarà amica; dopo aver familiarizzato con le principali diciture, tutto risulterà  più semplice.

In questi articoli  troverai un appropriato approfondimento su ingredienti che purtroppo vengono impiegati anche nei prodotti per i bambini.

RICORDATI DI ISCRIVERTI AL MIO BLOG!

QUI puoi trovare prodotti cosmetici senza sostanze dannose!

4 pensieri su “Come riconoscere un buon prodotto cosmetico?

  1. Bloom

    Ciao Giusy, i tuoi prodotti biologici sono miracolosi! Li raccomando a chiunque, donne e uomini che vogliono sperimentare la potente efficacia della natura sulla pelle, di qualunque tipo essa sia! ☆☆☆☆☆

  2. Graziella

    Brava. Ottimi articoli interessanti e condivisibili.
    Le tue creme sono molto valide e sono all’altezza delle creme naturali che vendono le bioprofumerie, anzi a mio parere dovrebbero avere più visibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: